La Banca On Line

Recensioni ed Opinioni sulle Migliori Banche Online

Come Fare Trading Online sul Forex

Sono sempre di più gli italiani che si interessano al mondo del trading online. D’altro canto le piattaforme di trading, oggi, offrono strumenti davvero alla portata di tutti per poter effettuare investimenti finanziari che, una volta, erano una prerogativa dei traders professionisti. Tra i tanti settori quello più “oggetto di attenzione” è il forex.

Il termine forex nasce come abbreviazione per indicare il Foreign Exchange, ovvero tutte le operazioni finanziarie che riguardano le valute monetarie internazionali ed il loro tasso di cambio. Negli ultimi anni il forex è divenuto uno dei metodi di investimento preferiti dai trader ed ha offerto a molti di essi l’opportunità di generare profitti non indifferenti attraverso l’analisi e lo sfruttamento del mercato delle valute monetarie.

Le operazioni finanziarie eseguite nell’ambito del trading online sul forex riguardano coppie di valute. Lo scopo dell’investimento è generare profitto prevedendo l’andamento del rapporto fra le due valute ed acquistando o vendendo nella giusta direzione del mercato. Grazie al supporto dello staff del sito Tradingonlineguida.com andiamo ad analizzare tutti gli aspetti fondamentali per investire sulle valute.

Trading online forex: le coppie di valute

Le coppie forex sono costituite da due valute monetarie: la valuta di sinistra è definita valuta base, mentre quella di destra è indicata come valuta secondaria o valuta quotata. Il valore della coppia indica il rapporto delle due monete e varia nel tempo sulla base della variazione di forza delle valute stesse.

Le coppie di valute sono classificate in tre diverse categorie a seconda delle valute che le compongo. Si parla di coppia Major se è costituita dal dollaro americano e da una fra le valute maggiori, coppia Cross se non presenta il dollaro americano e coppia Esotica se presenta, solitamente confrontata con il dollaro americano, una valuta esotica, ovvero una delle valute minori, poco diffuse e poco scambiate. Le coppie Cross più diffuse sono costituite da almeno una moneta forte, ad esempio Euro, Sterlina o Yen.

Le principali coppie monetarie usate da chi fa trading online sono quelle che prendono in analisi il rapporto fra le valute più influenti sull’economia a livello mondiale: Euro – Dollaro Americano (EUR/USD), Dollaro Americano – Yen (USD/YEN), Dollaro Americano – Franco Svizzero (USD/CHF) e Sterlina – Dollaro Americano (GBP/USD).

Altre coppie valutarie importanti negli investimenti forex sono quelle il cui rapporto è collegato alle materie prime. Queste coppie sono definite coppie commodity e sono le seguenti: Dollaro Americano – Dollaro Canadese (USD/CAN), associata ai vari prodotti petroliferi, Dollaro Neozelandese – Dollaro Americano (NZD/USD) e Dollaro Australiano – Dollaro Americano (AUD/USD), queste ultime due entrambe associate all’oro.

Il rapporto di cambio fra le due valute della coppia è soggetto ad una continua variazione nell’arco della sessione finanziaria. Alla base di questa variazione vi è l’impossibilità per le due monete che costituiscono la coppia di incrementare o diminuire il loro valore nella stessa misura: è molto più probabile, infatti, che le due monete subiscano variazioni di mercato differenti ed i periodi in cui il rapporto si mantiene costante sono limitati.

E’ proprio sulla variazione del valore del rapporto fra le due valute che si instaura la possibilità di trarre profitto con le giuste strategie di trading online, prevendendo se la variazione del tasso di cambio sarà positiva o negativa. Uno dei vantaggi principali del forex è la grande liquidità del mercato, la quale consente ai trader di poter acquistare o vendere in qualsiasi istante e con effetto immediato, rendendo il forex online uno strumento di investimento perfetto per tutti coloro che amano operare nel breve o addirittura brevissimo periodo.

Vantaggi del trading online sul forex

Il forex online presenta differenti punti di forza, primi fra tutti la semplicità di investimento e la possibilità di iniziare ad operare anche con un capitale iniziale molto ridotto, magari impiegando la leva finanziaria per incrementare i profitti.

Un altro dei vantaggi forex è la liquidità del mercato, affiancata dall’apertura dello stesso ventiquattro ore su ventiquattro. L’investimento forex è inoltre vantaggioso anche dal punto di vista delle commissioni: molti broker online, infatti, non impongono costi aggiuntivi, ma guadagnano esclusivamente con lo spread tra l’offerta e la domanda.

Trading online automatico

Il mercato del forex online è uno dei più attivi e garantisce agli investitori la possibilità di aprire molteplici operazioni finanziarie in un breve periodo di tempo. Per sfruttare al massimo questa caratteristica del mercato sono stati sviluppati software in grado di gestire in automatico le operazioni di trading, semplificando il lavoro dell’investitore.

Il trader imposta la strategia di investimento ed avvia il software, il quale analizza l’andamento degli asset e sceglie, di volta in volta, se continuare con l’operazione finanziaria in corso o se terminare l’investimento. In questo modo il trading forex può proseguire anche quando l’investitore non è fisicamente presente.

Bisogna sottolineare che il forex automatico presenta anche un punto debole. Il software analizza il mercato e mette in relazione la sua analisi con la strategia di investimento scelta dal trader. E’ possibile che le variazioni degli asset rendano necessario un cambio di strategia, ma il software non è in grado di prendere questa decisione e potrà solo stabilire se portare avanti l’investimento o se chiudere l’operazione.

Indicatori forex trading

Gli indicatori forex sono strumenti di analisi del mercato, pensati per offrire al trader la possibilità di studiare in modo dettagliato l’andamento dell’asset e di mettere in evidenza eventuali segnali di ingresso o di uscita dal mercato stesso.

Nel corso degli anni sono stati sviluppati molteplici indicatori forex, alcuni dei quali sono oggi diventati un must e vengono utilizzati dalla maggior parte dei trader prima di ogni investimento.

Di seguito sono descritti i tre indicatori forex più utilizzati, perfetti sia per gli investitori più esperti che per quelli alle prime esperienze di investimento:

  • Bande di Bollinger: è un indicatore molto semplice da leggere ed è costituito da tre curve di tendenza. Il prezzo dell’asset è nella norma fino a quando il suo valore non oltrepassa la curva superiore o la curva inferiore. Ci si trova invece in una fase di ipervenduto se il valore dell’asset scende al di sotto della linea inferiore, o di ipercomprato se supera la curva superiore.
  • Relative Strenght Index (RSI): è un indicatore sviluppato per mettere in luce i periodi di ipervenduto o ipercomprato. E’ costituito da una sola linea, la quale può assumere un valore compreso fra 0 e 100. Ci si trova in una fase di ipervenduto quando il valore scende al di sotto di 30 e di ipercomprato quando il valore dell’indicatore RSI supera i 70.
  • Moving Average Convergence Divergence (MACD): anche questo è un indicatore per evidenziare le fasi di ipervenduto e di ipercomprato e sfrutta tre medie mobili esponenziali, le quali andranno a costituire due linee nella presentazione grafica dell’indicatore. Il segnale di investimento si ha quando le due linee si incrociano.

Trading: meglio forex o le opzioni binarie?

Gli investitori alle prime armi molto spesso fanno confusione tra il forex e le opzioni binarie. Si tratta di due strumenti di investimento diversi, ciascuno con i propri punti di forza e con i propri aspetti peculiari. Innanzitutto bisogna sottolineare che il mercato forex è attualmente maggiore rispetto al mercato delle opzioni binarie e che gode inoltre di una liquidità maggiore.

Le opzioni binarie sono nate per offrire ai trader uno strumento di investimento molto intuitivo, perfetto sia per gli investitori esperti che per quelli alle prime armi. Sia le piattaforme per investire con le opzioni binarie che quelle per investire con il forex online sono attualmente molto semplici da utilizzare.

Le opzioni binarie offrono, almeno potenzialmente, l’opportunità di generare profitti molto maggiori rispetto a quelli consentiti dal trading forex, con un payout che può superare anche l’80%, ma godono di una flessibilità minore rispetto al forex: l’investimento con le opzioni binarie si conclude alla scadenza delle stesse, mentre l’investimento forex può essere interrotto in qualsiasi momento.

Il forex online e le opzioni binarie sono entrambi investimenti che mettono a rischio il capitale. Nelle opzioni binari il capitale a rischio è quello speso al momento dell’acquisto delle opzioni sull’asset, mentre nel forex online la perdita dipende dalla variazione del rapporto delle due valute e non è calcolabile a priori, ricordando però che l’investimento può essere interrotto in qualsiasi momento.

Trading: meglio forex o le azioni?

Un altro confronto interessante è quello fra il trading forex e l’investimento in azioni. Una differenza fondamentale è la liquidità del mercato: il mercato forex è uno dei più liquidi e gode di una grande rapidità nell’esecuzione delle azioni di compravendita, mentre il mercato delle azioni ha una liquidità minore, soprattutto se si investe in piccole società, ed è richiesto più tempo per acquistare o vendere le quote societarie.

Una seconda differenza è quella relativa alla durata degli investimenti. Le azioni sono un ottimo investimento per chi punta ad ottenere un ritorno economico nel medio o lungo periodo, mentre il forex è l’ideale per chi preferisce operare nel breve o addirittura brevissimo periodo, con operazioni finanziarie che possono durare anche meno di un minuto.

Un’ultima differenza importante è la leva finanziaria, che può essere utilizzata in entrambe le tipologie di investimento, ma con valori molto diversi. Nel caso delle azioni la leva finanziaria viene solitamente mantenuta ad un valore basso, con un rapporto massimo di 20:1, mentre nel trading forex il rapporto della leva finanziaria può raggiungere anche i 500:1.

La leva finanziaria è uno strumento di investimento pensato per consentire ai trader di incrementare i loro profitti, sfruttando somme di denaro di cui non dispongono realmente. E’ molto utile per i piccoli investitori, ai quali consente di generare profitti interessanti anche partendo da un capitale iniziale ridotto.

Bisogna essere molto prudenti nell’impiegare questo strumento, dal momento che anche le perdite possono crescere velocemente, spesso oltre le capacità di copertura da parte dell’investitore. Insomma, fare trading online può offrire delle opportunità tutt’altro che da buttare via, ma va fatto con la giusta consapevolezza dei propri mezzi e solo dopo aver analizzato i rischi a cui si va incontro.

Updated: agosto 22, 2016 — 5:32 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Banca OnLine © 2011-2017. La Banca Online è un blog dedicato al mondo delle banche online italiane. Online dal 2011, La Banca Online è un punto di riferimento per gli utenti delle banche online in Italia. Mappa del sito. Tutti i diritti sono riservati.