La Banca On Line

Recensioni ed Opinioni sulle Migliori Banche Online

Guida Completa a Stripe: il Sistema di Pagamenti Online

Stripe è una compagnia irlandese che permette sia ai privati che alle aziende di effettuare pagamenti online. Registrandosi su One.com sul proprio Webshop è possibile trovare Stripe. La piattaforma consente di accettare pagamenti con bancomat, carta ricaricabile o carta di credito.

Stripe rappresenta una soluzione sicura e rapida: trasferisce il pagamento direttamente sul conto bancario e si impegna a fornire strumenti tecnici all’avanguardia in modo da preservare gli user dalle fregature.

A tal proposito è previsto un periodo per le transazioni di sette giorno, durante il quale Stripe analizza gli affari per accertarne la sicurezza. Questo permette ai proprietari di siti di e-commerce di integrare questo metodo di pagamento come alternativa a Paypal o Skrill.

One.com non applica nessun tipo di costo dal momento che Stripe è incluso nell’abbonamento del Webshop, ma Stripe prende una commissione per ogni transazione.

Se il proprio conto supporta Stripe si possono accettare pagamenti da clienti internazionali. Al momento il servizio è in fase espansiva infatti solo nei seguenti paesi è disponibile la versione ufficiale: Australia, Canada, Danimarca, Finlandia, Irlanda, Norvegia, Svezia, Regno Unito e Stati Uniti. Stripe è disponibile in versione beta nei seguenti : Austria, Francia, Germania, Belgio, Italia, Giappone, Lussemburgo, Paesi Bassi, Singapore e Spagna.

Stripe: Chi C’è Dietro Il Progetto

Stripe è stata fondata da John e Patrick Collinson nel 2010. Stripe ha iniziato come startup chiamata “dev/payments/” ma questo nome creava confusione e perciò la compagnia si è rinominata “Stripe”.

Giugno 2010 Stripe ha ricevuto 2 milioni di investimento da chi possedeva capitali di rischio come Peter Thiel, Redpoint Venture, Chris Dixon, e Aaron Levie. A marzo 2013 Stripe ha acquistato la chat e l’applicazione Kickoff per la gestione dei compiti. A Marzo 2014 Patrick Collison ha annunciato che Stripe supporterà le transazioni monetarie online.

Guida per l’uso di Stripe: Come Si Usa Stripe?

Come creare un account Stripe?

Si va su Webshop di One.com e si seleziona Impostazioni dei pagamenti.

Una volta connessi si scorre verso il basso per compilare il modulo con i propri dati. In basso a destra si clicca su “autorizza l’accesso all’account”. Dopodiché si compila il modulo coi propri dati, si clicca su Conferma e apparirà la scritta “Connesso”. Da questo momento sarà possibili utilizzare accedere con le proprie credenziali.

Come connettere il proprio account Stripe?

Si va su Impostazioni e si seleziona Stripe come Opzione di Pagamento.

Dopodichè, prima di chiudere la pagina, accertarsi di cliccare “Salva Impostazioni” e infine “Connetti”.

Come accettare i pagamenti via Stripe?

Quando l’account è connesso a Stripe, nelle impostazioni del Webshop comprarirà : “Connesso”. Sul Webshop si seleziona Stripe come opzione di pagamento disponibile per i clienti durante il processo di acquisto e di conseguenza quando i clienti cliccano su “Ordina e paga” appare la finestra per Stripe.

Stripe è sicuro?

Per il PCI, il Protocollo di Sicurezza, Stripe raggiunge il livello PCI service Provider Level 1, il livello più stringente di sicurezza disponibile. Si controllano dettagliatamente gli sviluppi, le autorizzazioni e i certificati.

Tutti i numeri delle carte Stripe sono criptati con AES 256, uno tra gli standard di crittografia più avanzati. Stripe ha in programma di investire di più la sicurezza e incoraggia gli user a riportare i bug all’indirizzo security@stripe.com, per i quali sono previste delle ricompense in denaro (100 dollari per un bug).

Tuttavia sulle ricompense ci sono delle restrizioni:

si ricompensa il primo che segnala correttamente il bug; tutti i bug che saranno rivelati prima di essere stati correttamente riportati all’indirizzo non riceveranno alcuna ricompensa ;

il test sui bug dev’essere fatto a norma di legge ;

non è previsto nessuna ricompensa se chi riporta i bug sono cittadini sotto le sanzioni degli Stati Uniti come la Libia e la Corea del Nord.

Stripe previene attività fraudolente rilevando eventuali attività sospette:le transazioni relative a nuovi ordini uguali ai precedenti vengono negate. Stripe collabora anche con Global Partners Networks e Credit Card Networks per monitorare attività fraudolente.

I pagamenti via Stripe

Si può utilizzare la valuta del Paese in cui si risiede e la disponibilità di altre valute dipende da dove si trova il conto corrente connesso alla carta di credito/addebito.

Stripe addebita una tassa per le spese di conversione di una valuta che non è associata al conto corrente. Il tasso di conversione varia: normalmente al costo della transazione viene aggiunto un 2%. Per evitare la tassa si può collegare il proprio conto corrente dal Paese che utilizza la valuta che si vuole utilizzare. Se il proprio conto supporta Stripe si possono accettare pagamenti da clienti internazionali.

Con Stripe si può ricaricare ogni tipo di carta di credito: gli statunitensi generalmente accettano Visa, Mastercard, American Express, JCB, Discover e Diners Club. Australiani, canadesi, europei a giapponesi accettano Visa, MasterCard e Aerican Express. Con Stripe si possono ricaricare le carte che appartengono a questi circuito dei clienti da tutto il mondo. Supporta anche Bitcoin, Apple Pay, Android Pay e Alipay.

Updated: agosto 21, 2016 — 2:44 pm

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

La Banca OnLine © 2011-2017. La Banca Online è un blog dedicato al mondo delle banche online italiane. Online dal 2011, La Banca Online è un punto di riferimento per gli utenti delle banche online in Italia. Mappa del sito. Tutti i diritti sono riservati.