La Banca On Line

Recensioni ed Opinioni sulle Migliori Banche Online

Google Wallet: Cos’è e Come Funziona





Google Wallet cos’è? Ebbene, trattasi di un’app che permette – attraverso l’uso dei dispositivi mobili – di poter effettuare i pagamenti in mobilità.

In un mondo dove le transazioni finanziarie, anche per i piccoli importi, avvengono in maniera dematerializzata con l’uso della moneta elettronica, e quindi senza andare ad utilizzare il denaro contante, il servizio Google Wallet rientra tra i cosiddetti portafogli o borsellini elettronici al fine di poter effettuare pagamenti in tutta comodità ed in tutta sicurezza.

Google Wallet non ha di certo rappresentato una novità visto che già da diversi anni ad affermarsi tra i sistemi di pagamento elettronici ci sono stati altri servizi come Paypal e Skrill.

Google Wallet, come funziona

Come funziona google walletEd allora, nello specifico, Google Wallet come funziona? E, soprattutto, quali sono le caratteristiche che pongono il servizio Google Wallet in concorrenza con Paypal e con gli altri borsellini elettronici?

Ebbene, da questo punto di vista Google può sfruttare il vantaggio competitivo rappresentato dal fatto che la società è proprietaria del sistema operativo mobile Android. Già alla prima accensione di uno smartphone Android, infatti, l’utente ha la possibilità di attivare l’account per il servizio Wallet in modo tale che, inserendo i dati della propria carta di credito, sarà poi possibile fare gli acquisti sul Play Store in tutta comodità ed in tutta sicurezza potendo pagare ovunque ci troviamo.

Il funzionamento di Google Wallet è estremamente semplice in quanto inseriti i dati della propria carta di credito è possibile andare a fare lo shopping portando con se solo lo smartphone a patto che nei negozi dove si fanno acquisti il terminale Pos è abilitato a chiudere la transazione andando semplicemente a sfiorarlo con il proprio dispositivo mobile.

Nel mettere al centro la sicurezza, il servizio Google Wallet offre così la massima rapidità e la massima semplificazione nei pagamenti a fronte di un monitoraggio delle frodi 24 ore su 24, invio e ricezione di denaro, funzione credito disponibile ed il tracciamento automatico degli acquisti con tanto di notifiche che sono relative alle spedizioni.

In più, con il servizio Google Wallet è possibile disattivare da remoto l’app Google Wallet, che è rimasta attiva sul device, in caso di furto o perdita dello smartphone.

Google Wallet è come una cassaforte elettronica

google wallet è sicuroPer i pagamenti via smartphone con Google Wallet, servizio lanciato negli Stati Uniti e poi recentemente affiancato, sempre da parte di Google, dal nuovo servizio Android Pay, sfrutta delle tecnologie sofisticate e di nuova generazione come la Nfc – Near Field Communication.

Google Wallet, inoltre, non funziona solo come portafoglio elettronico ma anche come una vera e propria cassaforte virtuale in quanto è possibile associare non solo le carte di credito e quelle di debito, ma anche le carte fedeltà, i coupon, le carte d’imbarco e, tra l’altro, anche le carte regalo grazie a delle partnership siglate dalla società americana Google con le aziende partner.

Come il servizio Paypal, anche Google Wallet Italia ed Android Pay si inseriscono in un mercato che, specie nei Paesi più industrializzati, è caratterizzato da un continuo aumento dell’uso delle carte di credito e, contestualmente, dall’aumento dei pagamenti in mobilità attraverso l’uso di tecnologie, di strumenti e di servizi innovativi.

Trasformando lo smartphone in un sistema di pagamento Google Wallet non a caso permette, sostanzialmente, di lasciare a casa il portafoglio in quanto all’intero del dispositivo sono memorizzate tutte le carte di credito e di debito nonché tutti i coupon utili per fare acquisti, per ottenere sconti e per aderire a promozioni commerciali.

App Google Wallet per Android e per iOS

Google wallet appsOltre che sul Google Play per Android, l’app Google Wallet, nella versione 14.6.11 attualmente aggiornata al 31 marzo del 2016, è scaricabile anche da iTunes per iPhone, per iPad, e per iPod touch che sono dotati di sistema operativo iOS 7.0 oppure di versioni superiori.

L’app Google Wallet per i dispositivi Apple, oltre che in lingua italiana, è disponibile per il download pure in tante altre lingue, dall’inglese al croato e passando per l’albanese, polacco, tedesco, portoghese, armeno, svedese, russo, coreano, cinese. Ed ancora greco, ungherese, norvegese, slovacco, francese, finlandese, indonesiano.

Da Google Wallet ad Android Pay

Come sopra accennato, la società americana che è proprietaria dell’omonimo motore di ricerca dopo aver lanciato Google Wallet ha introdotto pure un ulteriore sistema di pagamento rappresentato da Android Pay.

Con Android Pay il servizio Google Wallet non andrà in pensione ma comunque rispetto al passato potrà essere ancora utilizzato anche se con funzionalità più limitate. In particolare, Google Wallet si potrà continuare ad utilizzare come Paypal per inviare soldi agli amici attraverso la sola conoscenza dell’indirizzo di posta elettronica, mentre a regime con il servizio Android Pay sarà possibile gestire ed effettuare tutti i pagamenti con smartphone dal Play Store e fino alle transazioni effettuate sfruttando la tecnologia Nfc.

Sviluppata congiuntamente da colossi del calibro di LG, Sony, Philips, Nokia e Samsung, la Near Field Communication è una tecnologia che tradotta letteralmente sta per ‘Comunicazione in prossimità’. Questo perché con i dispositivi NFC la connettività wireless, che è di tipo bidirezionale, si attiva a corto raggio, ovverosia a distanze che sono molto ristrette e che sono quelle quando lo smartphone va a sfiorare il terminale Pos per perfezionare un pagamento.

Il servizio Android Pay di Google, che per certi versi può essere considerata proprio un’evoluzione di Google Wallet, funziona non a caso proprio sui dispositivi Android con tecnologia NFC non solo per fare acquisti nei negozi, ma anche per esempio per pagare il biglietto dell’autobus o della metropolitana semplicemente andando ad avvicinare il proprio dispositivo al lettore abilitato.

Al pari dell’app Google Wallet, anche l’applicazione Android Pay si può scaricare sul Google Play nella versione che è attualmente aggiornata alla data del 27 aprile del 2016, e che richiede sul dispositivo la presenza del sistema operativo Android 4.4 o versioni successive.

Tra gli smartphone di nuova generazione con i quali è utilizzabile il servizio Android Pay ci sono il Nexus 5X, il Nexus 6P, il Samsung Galaxy S7 edge, l’LG G5 e l’HTC One A9 che sono tutti dispositivi funzionanti con la tecnologia wireless Near Field Communication (NFC).



La Banca OnLine © 2011-2017. La Banca Online è un blog dedicato al mondo delle banche online italiane. Online dal 2011, La Banca Online è un punto di riferimento per gli utenti delle banche online in Italia. Mappa del sito. Tutti i diritti sono riservati.