La Banca On Line

Recensioni ed Opinioni sulle Migliori Banche Online

Conto Corrente Online Per Protestati




Chi ha subito un protesto, ovverosia ha avuto in passato problemi con il pagamento di cambiali e/o di assegni, molto spesso poi ha problemi per lungo tempo ad instaurare rapporti di natura bancaria con gli istituti di credito. Le maggiori difficoltà si incontrano nell’ottenere nuovi prestiti, ma quali problemi si incontrano, invece, per l’apertura di un conto corrente online per protestati?

Conto corrente online per protestati: servizi e limitazioni

Ebbene, le banche non propongono di norma specifici conti correnti per protestati, siano questi privati o aziende, ma possono concedere l’apertura di un conto corrente online spesso con opportune limitazioni e sotto opportune condizioni.

In particolare, ci sono banche che possono rifiutare l’apertura del conto corrente mentre altre, a proprio ed insindacabile giudizio, possono invece accettare la richiesta ragion per cui per accelerare l’apertura di un conto corrente online per protestati è bene presentare richiesta di accensione del rapporto ad una o più banche operanti sul web fin quando non riusciamo ad aprirne uno.

L’apertura di un conto corrente online per protestati non è vietata per legge.

Chi ha subito un protesto, e riesce comunque ad aprire un conto corrente online, può di norma accedere a tutti i servizi bancari di base, dal prelievo al versamento di denaro e passando per i bonifici in ingresso ed in uscita, il pagamento delle tasse e dei bollettini postali, la domiciliazione delle utenze e le ricariche dei cellulari.

Carte di credito, mutui e prestiti con conto corrente a protestati

quali banche aprono conti correnti a protestatiMaggiori difficoltà incontra invece il titolare di un conto corrente online che, essendo protestato, ha bisogno di una carta di credito con plafond oppure di un prestito. In tal caso, infatti, la banca quasi sempre si rifiuta di concedere carte di credito e prestiti, ma anche i mutui, a causa proprio del passato creditizio del cliente.

Ci sono però delle soluzioni alternative in quanto, per esempio, al posto della carta di credito con plafond si può richiedere una carta di credito ricaricabile con Iban che è facilmente ottenibile anche per protestati.

E per quel che riguarda invece i prestiti, una possibile soluzione per i titolari di conti correnti online che sono protestati è quella di chiedere credito in banca presentandosi con un garante che, oltre ad avere un reddito dimostrabile, abbia anche la ‘fedina creditizia’ pulita.

Quanto costa un conto corrente a protestati




Il costo di un conto corrente a protestati non differisce in genere da quello applicato a tutti gli altri clienti. In particolare, il conto corrente può prevedere il pagamento di un canone mensile fisso, oppure può essere a canone zero e con i costi annui che sono variabili in base al numero ed alla natura delle operazioni bancarie che vengono effettuate.

conto corrente per aziende protestateCome sopra accennato, per i protestati l’accesso ad un conto corrente online, con accesso non solo in filiale, ma anche via telefono fisso, con lo smartphone e/o con l’home banking, può avvenire a discrezione della banca solo sotto opportune limitazioni.

Per esempio, con questa tipologia di clientela le banche si tutelano fissando un tetto massimo per i versamenti e per i prelievi di denaro, non concedendo il Bancomat e spesso imponendo al cliente di effettuare ogni operazione, per motivi di sicurezza, solamente presentandosi allo sportello.

Questo perché, da parte delle banche, l‘apertura di un conto corrente online per protestati non è vietata per legge, ma in ogni caso gli istituti di credito tendono a proteggersi rifiutandosi di concedere, o comunque concedere solo sotto opportune condizioni, prodotti e strumenti finanziari.

Conto corrente aziendale per protestati

Al pari del conto corrente bancario ad uso personale e familiare, pure per il conto corrente aziendale per protestati valgono sostanzialmente le stesse considerazioni.

conti correnti per protestatiIn pratica un imprenditore che in passato ha avuto problemi ad onorare il pagamento di cambiali e/o assegni, ed è stato segnalato come cattivo pagatore nelle banche dati creditizie, può avere allo stesso modo difficoltà ad aprire un conto corrente aziendale in banca.

Anche in questo caso però, a loro insindacabile giudizio, ci sono banche che si rifiutano mentre altre concedono l’apertura di conti correnti online aziendali per protestati anche se con operatività limitata.

Quali banche concedono il conto corrente online a protestati

Per privati ed aziende, come sopra detto, non esiste una legge che vieta alle banche di aprire conti correnti online a protestati. Di conseguenza il cliente privato o l’imprenditore che si presenta in banca farebbe bene a far presente la propria situazione possibilmente al direttore spiegando di essere stati protestati e indicando quali sono le esigenze finanziarie legate all’apertura di un conto corrente a partire da tutti i servizi di cui si ha bisogno.

Questo perché di norma la trasparenza paga sempre visto che poi, in fase di apertura del rapporto bancario, l’istituto di credito andrà a comunque rilevare che il cliente in passato ha avuto problemi andando a finire nella lista dei cattivi pagatori.

La Banca OnLine © 2011-2017. La Banca Online è un blog dedicato al mondo delle banche online italiane. Online dal 2011, La Banca Online è un punto di riferimento per gli utenti delle banche online in Italia. Mappa del sito. Tutti i diritti sono riservati.